Archive for 16 dicembre 2008

Annunciazioni di Beato Angelico (1395ca-1455)

16 dicembre 2008
Beato Angelico, 1430-1432, tempera su legno, 154x194 cm, Museo Del Prado, Madrid.

Beato Angelico, 1430-1432, tempera su legno, 154x194 cm, Museo Del Prado, Madrid.

L’episodio è svolto secondo lo schema compositivo più classico e diffuso nelle Annunciazioni, trasversale a tutta la storia dell’arte cristiana: ritrae il mistero dell’Angelica Confabulatione tra l’Angelo entrante, a questo punto già entrato in scena da sinistra, al cospetto di Maria posta invece sulla destra. L’architettura entro cui le figure sono collocate riporta al Vangelo di Luca che lo ambienta nella casa della vergine:

Entrando da lei disse: “Ti saluto, o piena di grazia, Il Signore è con te”. (Luca, 1, 28)

Il porticato, ambientazione tipica per Annunciazione nella pittura italiana del Rinascimento (le colonne hanno significato di collegamento tra terra e cielo, assimilabili in questo senso all’Albero della Vita), delimita lo spazio scenico principale e apre sull’interno lasciando intravedere uno scorcio domestico, segno dell’umiltà di Maria: una stanza dalle pareti chiare alle quali sono addossati dei mobili, in particolare una panca, illuminata da una piccola finestra.

La tradizione teologica suddivide il colloquio tra l’Angelo e la Vergine in 5 momenti successivi, corrispondenti ai diversi stati d’animo di Maria:

(more…)

Annunci

Annunciazioni. Una rassegna

16 dicembre 2008

Ma ciascuno di noi ha avuto un’esperienza diversa e quindi avrà anche sia una conoscenza che una capacità di interpretazione leggermente diverse. Ognuno infatti elabora i dati dell’occhio servendosi di strumenti differenti. […] In certe circostanze le differenze da uomo a uomo, in altri casi marginali, possono assumere una strana rilevanza.

Michael Baxandall, Pittura ed Esperienze Sociali nell’Italia del Quattrocento.

[Ho preso in mano l’argomento da qualche tempo e certo non sono una storica dell’arte – inizio oggi a postare questa rassegna di Annunciazioni. LDA]