Archive for the ‘Ri-narrazioni’ Category

Sandro Botticelli

8 settembre 2009
Sandro Botticelli, Annunciazione 1489-1490 tempera su tavola; 150 x 156 Firenze, Galleria degli Uffizi

Sandro Botticelli, Annunciazione 1489-1490 tempera su tavola; 150 x 156 Firenze, Galleria degli Uffizi

PIRATES: Here’s a first-rate opportunity to get married with impunity, and indulge in the felicity of unbounded domesticity. You shall quickly be parsonified, conjugally matrimonified, by a doctor of divinity who is located in this vicinity.
GIRLS:    We have missed our opportunity of escaping with impunity; so farewell to the felicity of our maiden domesticity! We shall quickly be parsonified, conjugally matrimonified, by a doctor of divinity, who is located in this vicinity.

Gilbert&Sullivan, The Pirates of Penzance (or The Slave of Duty), 1880

Alberto Savinio

8 settembre 2009
 Alberto Savinio, L'annunciazione, 1932 Coll.privata

Alberto Savinio, L'annunciazione, 1932 Coll.privata

“II suo picchiare riuscirebbe a qualche effetto,” continuò il Servo senza badare a lei, “se la porta fosse fra noi due. Per esempio se lei fosse dentro, potrebbe picchiare, ed io la farei uscire, capisce.” E continuava a guardare il cielo mentre parlava; e ciò pareva proprio scortese ad Alice. “Ma forse non può farne a meno,” disse fra sè;  “ha gli occhi incastrati sul cranio! Potrebbe però rispondere a qualche domanda. – Come potrei fare per entrar dentro ?” disse Alice a voce alta.
“Io siederò qui,” osservò il Servo, “sino a domani”

Lewis Carroll, Alice nel paese delle meraviglie

Jennifer Tanau

25 agosto 2009
Jennifer Tanau - Annunciation

Jennifer Tanau - Annunciation

Altra volta. Fiori d’oleandri rosa si sporgevano oltre le ringhiere, sospesi sulla strada. Che importa dei fiori, sebbene fossero d’oleandri rosa sospesi sulla strada. Nessuno di sotto a guardarli e anch’io. Anch’io non c’ero  e non ci sarei stata, eppure continuavano a sporgersi sulla strada – ed erano fiori d’oleandro rosa sospesi sulla strada, oltre le ringhiere si sporgevano. Portatemi dei fiori avrei detto – ma non c’ero – , portatemi dei fiori e se anche fossero stati di pianta velenosa li avrei presi. Dicono che gli oleandri portino male alle figlie femmine in giardino; che Labano li tolse per Lea ch’era brutta, per Lea ch’era storpia, ma Lea non s’era sposata ancora. Puzza d’imbroglio anche questo, come i fiori profuma, di lui se non mi volesse – che farò io allora: partorire gatti io vorrei (non bambini), gatti ciechi, da annegare.

Jennifer Tanau sito

Louis il Gatto #3

2 luglio 2009

dalla parte dell’angelo

di Lucia De Angeli
http://www.youtube.com/watch?v=l76N_oWs9FE

Dalla notte dei tempi per aver sconfitto i draghi; era giovane, allora. Ci ripensò – e adesso? Partì. Col senso addosso d’aver dimenticato qualcosa, lampi oppure tuoni, d’aver non detto non fatto, di pensieri, parole, opere, omissioni. Non gli appartenevano i mantra e ci scherzò sopra, come un battito d’ala in faccia o sulla schiena; eppure continuava a ripeterselo in testa. Era un autunno immaginario quello, primavera in realtà, si rintanò dietro il bavero della giacca comunque: come lei s’era schermita altri lo scherniranno – era questo che lui non le aveva detto. Gli veniva adesso in mente, ma per assonanza. Fischiettò stonando un motivetto in voga. Del resto poteva sempre lasciar le cose così come stavano: ormai è fatta, si disse.

[forse però è una lotta, di giacobbe contro l’angelo. ndl]

Andrea Sansovino – Louis il Gatto #2

2 luglio 2009
Andrea Sansovino, Annunciazione, 1522, Basilica della Santa Casa, Loreto

Andrea Sansovino, Annunciazione, 1522, Basilica della Santa Casa, Loreto

In basso a destra, Louis il Gatto guarda indietro.

Andrea Sansovino, Annunciazione, dettaglio: Louis il Gatto

Andrea Sansovino, Annunciazione, dettaglio: Louis il Gatto

Lorenzo Lotto – Louis il Gatto #1

2 luglio 2009
Lorenzo Lotto, Annunciazione, Olio su tela, 1527 ca, 166x144 cm, Pinacoteca comunale, Recanati

Lorenzo Lotto, Annunciazione, olio su tela, 1527 ca, 166x144 cm, Pinacoteca comunale, Recanati

Doveva essere qualcosa di diverso da questo.  Non le ore passate a guardare l’ora passare, specialmente verso la fine; come immaginare le macchine passare, di sotto, e nel traffico distinguere il rumore dei tram nelle riviere, clarinetti e citofoni, pedoni attraversare all’ultimo d’un semaforo rosso. A casa il gatto batteva i denti a vista davanti il vetro della finestra e andava contro i piccioni, carognosi alati –  come invece i cani ululano, la luna!- , intravisti appena su un tetto di fronte, tra il budello della via stretta e il cielo di sopra – paradigma antico: cielo terra e stridor di denti.

Lorenzo Lotto, Annunciazione, dettaglio: il mio gatto Louis

Lorenzo Lotto, Annunciazione, dettaglio: il mio gatto Louis

Lydia Mancinelli

28 giugno 2009

Nostra Signora dei Turchi, 1968. Regia di Carmelo Bene, con Carmelo Bene, Lydia Mancinelli

[l’incorporamento non è consentito. qui sotto c’è il link che lo apre su youtube. ndl]

http://www.youtube.com/watch?v=U89V2joTAG8

Simone Martini

12 giugno 2009
Simone Martini, Pala dell'Annunciazione per il Duomo di Siena, 1333, Firenze, Uffizi

Simone Martini, Pala dell'Annunciazione per il Duomo di Siena, 1333, Firenze, Uffizi

Una picca di disgusto ci fa apparire cattivi. Siamo cattivi come tutti i ricchi sono – cattivi! e strisciamo lungo i muri che sono queste pareti dorate.

In effetti un po’ di schifo a sbrigare una faccenda; rapito dal lavoro al paradiso, ora su questa terra: e non mi hai molto in grazia, non mi tieni in simpatia. Come i paggetti ai matrimoni t’han dato in mano i fiori – t’avrebbe agguantato un fotografo sulla via della navata,  te li fossi scordati al banco!

Annunciazione! Annunciazione!

12 giugno 2009

I Preraffaelliti #3 Later: Waterhouse

9 giugno 2009
John William Waterhouse, The Annunciation, 1914

John William Waterhouse, The Annunciation, 1914

Si getta l’aureola come si getterebbe la spugna

– questo  non è un cappello.

John William Waterhouse su Wikipedia